Tour della Toscana in 7 giorni ovvero visitare il minimo indispensabile per poter dire di aver visto la regione di Firenze e delle dolci colline.

La Toscana in 7 giorni: un itinerario per le vacanze

La Toscana, la nostra bellissima Toscana piena zeppa di storia, arte, cultura ed eccellenze di ogni genere. Fare un tour della Toscana in 7 giorni, è quasi una contraddizione in termini, se solo per visitare bene gli Uffizi non ne basterebbe uno.

Siamo però nell’era del turismo mordi-e-fuggi, del tutto-e-subito, e così abbiamo deciso anche a noi di cimentarci in un esercizio di velocità. In questo articolo, trovate la nostra proposta per visitare la Toscana in 7 giorni, un itinerario minimo per poter dire di averla girata abbastanza.

Turista con cartina di fronte alla Torre di Pisa

La Toscana in 7 gorni: 1° e 2° giorno, Firenze

Sembra un po’ scontato cominciare il giro della Toscana in 7 giorni dal capoluogo, tuttavia, a pensarci bene, non potrebbe essere altrimenti. Firenze è piccola ma talmente bella e ricca d’arte e storia, che necessita di uno spirito fresco, all’inizio del viaggio, per poterla apprezzare in tutta la sua magnificenza.

Piazza Duomo

Arrivando nella centralissima Piazza del Duomo, si ammira la Cattedrale di Santa Maria del Fiore (il Duomo), con la sua miracolosa Cupola in mattoni disegnata dal Brunelleschi nel XIV secolo, il Campanile di Giotto e il Battistero, dalla pianta ottagonale, risalente al XII secolo.

Piazza Signoria 

Imboccando a piedi la perpendicolare via Calzaiuoli, in breve – lasciandosi sulla destra la Chiesa di Orsanmichele, adornata di opere in marmo e bronzo di artisti del calibro di Donatello –  si arriva in una delle piazze più belle del mondo: Piazza della Signoria, su cui domina Palazzo Vecchio con la sua inconfondibile sagoma merlata. Alla sua destra giganteggia la Loggia dei Lanzi che fa da tetto ad altre statue importantissime, tra cui spicca il Perseo di Benvenuto Cellini.

Ponte Vecchio, Palazzo Pitti e Boboli

Oltre la Piazza, arrivati sull’Arno, ecco il famosissimo Ponte Vecchio, del 1300, caratterizzato dalle magnifiche botteghe artigianali che vi sono costruite sopra. Proseguendo si arriva a Palazzo Pitti, dalla stupefacente superficie a pietre bugnate, un tempo sede del potente Granducato mediceo (e anche Palazzo Reale nei sei anni in cui Firenze fu capitale d’Italia), con l’annesso spettacolare Giardino di Boboli.

Punti panoramici

Mentre per godere di una delle più incredibili viste panoramiche sulla città, ci sono due destinazioni: Piazzale Michelangelo (sovrastato dalla bellissima Basilica di San Miniato al Monte) e Forte Belvedere.

Musei da vedere a Firenze

Da non perdersi per nessuna ragione la visita a due musei d’eccezione: la Galleria degli Uffizi – uno dei musei più importanti al mondo, contenente un’infinità di capolavori di artisti come Giotto, Michelangelo Leonardo, Botticelli, Raffaello, Caravaggio, e moltissimi altri – e la Galleria dell’Accademia, dov’è conservata la statua originale del David di Michelangelo.

Obbligatoria una visita anche alla basilica di Santa Croce, al quartiere di Santa Maria Novella, oltre che alle Cappelle Medicee, vicino al Mercato Centrale nel quartiere di San Lorenzo. Mentre per gli amanti dell’arte e dello shopping, un must assoluto è l’irresistibile via Tornabuoni.

Turista seduto sulla balaustra di fronte a Ponte Vecchio a Firenze

3° giorno: Pisa e Lucca

Nel nostro tentativo di visitare la Toscana in 7 giorni, tra mattina e pomeriggio, andiamo a scoprire due delle più belle città toscane: Pisa e Lucca.

Cosa vedere a Pisa

A Pisa c’è forse la piazza più famosa del pianeta, Piazza dei Miracoli, con la celeberrima Torre pendente, il Duomo, il Battistero e  il monumentale Camposanto. Vale la pena anche una capatina lungo l’Arno, e via fino a Piazza dei Cavalieri che ospita la rinomata Scuola Normale di Pisa.

Cosa vedere a Lucca

Nel pomeriggio, si va verso Lucca, tutta racchiusa dentro possenti mura rinascimentali – oggi bellissimo parco – percorribili e ciclabili per circa 4 chilometri. Nel centro storico, assolutamente da ammirare il meraviglioso Duomo, Piazza dell’Anfiteatro, ovalizzata dentro un’affascinante cerchia di palazzi, e la Torre Guinigi, sulla cui cima svetta un incredibile giardino pensile.

Veduta aerea di Lucca

4° giorno:  Chianti e San Gimignano

La famosa area vitivinicola del Chianti Classico si estende tra Firenze e Siena ed è caratterizzata da un dolce saliscendi di colline coltivate a vigneti e uliveti. È proprio qui che passeremo il quarto giorno del nostro tour Toscana in 7 giorni.

Una visita al Chianti e ai suoi borghi

Partendo da nord, s’incontra il paese di Greve in Chianti, con la sua attraente piazza centrale – da non mancare una visita all’adiacente borgo medioevale di Montefioralle –  quindi si prosegue verso Panzano, dove ci si può fermare a passeggiare lungo le antiche strade della città che offrono una splendida vista sulle colline circostanti
La tappa successiva è Castellina in Chianti: anche qui è raccomandabile una passeggiata nel piccolo centro, e lungo le mura della città.

Ovviamente fare una degustazione di vino nel Chianti è quasi d’obbligo: tra enoteche, negozi e cantine c’è l’imbarazzo della scelta. A chi avanza un po’ di tempo, il Chianti è pieno di pievi e bellissimi castelli, come quello di Brolio, residenza della nobile famiglia Ricasoli. Per gli appasionati di arte sacra, consigliamo un tour tra le chiese del Chianti.

Visitare San Gimignano

Lasciato il Chianti, si può poi raggiungere San Gimignano, perfetta cartolina medievale, Patrimonio dell’Unesco dal 1990, detta anche la città delle torri, per via dell’enorme quantità di torri che svettano sui tetti del paese: erano addirittura 65 nel periodo di massimo splendore cittadino. Ora sono molte meno, ma la vista rimane comunque estremamente suggestiva.

Da vedere a San Gimignano: il Duomo e il Palazzo Comunale. Ogni piazza, ogni vicolo, ogni fontana di questo borgo toscano è quasi irreale, uno spettacolo davvero imperdibile.

Obbligatorio anche un assaggio di Vernaccia di San Gimignano, il celebre vino bianco che si produce da queste parti.

toscana in 7 giorni - Veduta di San Gimignano e le sue torri al tramonto

Toscana in 7 giorni: 5° giorno, Monteriggioni e Siena

Il viaggio prosegue in provincia di Siena, tra le bellezze della Val di Merse e la città del Palio.

Visitare Monteriggioni

Alle porte di Siena sorge l’incantevole castello di Monteriggioni. Visitare il borgo è un vero e proprio viaggio nel Medioevo, con le sue 15 torri lungo le mura su cui è possibile camminare e da cui si può ammirare una splendida vista sulla campagna intorno.

Cosa vedere a Siena

Siena, la città a forma di chiocciola, vide l’epoca del suo massimo splendore coincidere col suo affermarsi come rivale di Firenze, in pieno Medioevo: nel corso di pochi decenni venne eretto lo splendido Palazzo Comunale con l’altissima Torre del Mangia, considerata una delle torri più antiche e alte d’Italia; venne lastricata la bellissima Piazza del Campo – nota per accogliere due volte all’anno il celeberrimo Palio delle Contrade – con le nervature di travertino a disegnarne la caratteristica forma a conchiglia; venne infine iniziato il Duomo e il suo magnificente pavimento. Siena è un tuffo in un passato mai veramente finito, un’esperienza magnifica che lascia a bocca aperta.

Cosa visitare in Toscana durante le vostre vacanze? Un vademecum con i 10 best places in Tuscany da vedere in un breve periodo di tempo

6° giorno: Val D’Orcia

La Val d’Orcia è la Toscana per antonomasia, un paesaggio d’ineffabile fascino. Un immenso Parco Naturale protetto, Patrimonio UNESCO. Una tappa obbligata del tour della Toscana in 7 giorni. Dalla Montalcino del famoso vino Brunello fino al grande strapiombo di Radicofani, dalla Collegiata di San Quirico fino a Montepulciano, famosa per il suo vino nobile, attraverso la suggestiva Pienza, “Città Ideale” del Rinascimento, la Val d’Orcia è un capolavoro della natura e dell’uomo.

Da non perdersi: l’Abbazia di Sant’Antimo, l’incredibile Cappella della Madonna di Vitaleta, la grande vasca termale di Bagno Vignoni.

San'Antimo è una bellissima abbazia toscana in Val d'Orcia, provincia di Siena

7° giorno: Arezzo e Cortona

L’ultimo giorno di vacanza in Toscana lo si può passare nell’aretino, visitando la mattina Arezzo, città natale di maestri come Piero della Francesca e Giorgio Vasari, e il pomeriggio l’antico borgo di Cortona.

Cosa vedere ad Arezzo

Da visitare ad Arezzo, la magnifica Piazza Grande con le logge del Vasari e il Museo Archeologico Clinio Mecenate, la Basilica di San Francesco con gli splendidi affreschi della Leggenda della Vera Croce di Piero della Francesca, e la Chiesa di San Domenico, con il Crocifisso ligneo di Cimabue.

Visitare Cortona

L’ultima tappa dell’ultimo giorno può essere Cortona, a sud di Arezzo. Le sue origini risalgono agli Etruschi, il suo cuore è Piazza della Repubblica, col suo bel Palazzo Comunale. Da visitare la stupenda Cattedrale di Santa Maria Assunta, edificata nel 1456 e, a pochi chilometri fuori dal paese, le Celle di San Francesco.

toscana in 7 giorni - Piazza Grande è la piazza principale di Arezzo, città della Toscana

 

📍PER APPROFONDIRE:

👉 Cosa fare quest’estate? Una vacanza in Toscana

👉 Tutta la bellezza della costa Toscana, da Marina di Carrara a Capalbio

👉 Tutto quello che vuoi sapere sulla Maremma toscana

👉 Garfagnana: borghi, leggende e parchi naturali tra Apuane e Appennino

👉 Monte Amiata: meta vacanziera di itinerari mozzafiato

La Toscana è la tua passione? Anche la nostra!

Teniamoci in contatto

 


Riproduzione Riservata ©Copyright TuscanyPeople

Informazioni sull'autore

Blogger & Ambassador of Tuscany

Commenti

Commenti